Giorgio Andrea Costa

Giorgio Andrea Costa

Full Professor


(+39) 010 353 6090/6101
costa@chimica.unige.it

Compiti didattici

  • CHIMICA FISICA II CON LABORATORIO (57206-SCIENZA DEI MATERIALI) CHIMICA FISICA III (b)CON LABORATORIO (61415-CTC Orientamento Industriale) METODOLOGIE CHIMICO FISICHE PER I BENI CULTURALI (53102-CONSERVAZIONE BENI CULTURALI)

Orario di ricevimento

  • Lu 14-16 Ma 8-9 e 11-13 Gio 9-11, previo appuntamento telefonico od e-mail.

Cariche varie

  • E' membro della Società Chimica Italiana (SCI),e della Associazione di Calorimetria ed Analisi Termica (AICAT) di cui ha fatto parte del direttivo per alcuni anni. Ha ed ha avuto numerose attività di coordinamento nell'ambito di progetti scientifici Ministeriali, è inserito nell'albo degli esperti MIUR e INTAS.Presidente della Commissione paritetica di Facoltà

Avvisi


Calendario degli esami


Curriculum

Giorgio.A.Costa è professore di prima fascia di CHIMICA FISICA, ssd.Chim 02, presso il DCCI dell'Università degli studi di Genova. Laureatosi nel 1972 presso l'università di Genova, si dedica allo studio della chimica fisica dello stato solido, allo studio della stabilità delle fasi binarie delle terre rare e delle proprietà termiche, magnetiche e di trasporto di composti intermetallici a basse T occupandosi delle trasformazioni di fase. Da alcuni anni si interessa ai meccanismi di reazione solido-gas, nonché delle problematiche legate alla formazione di idruri metallici e dello stoccaggio di Idrogeno. Nel 1987 è stato tra i primi ricercatori italiani ad occuparsi dei problemi di stabilità e di formazione degli ossidi superconduttori di alta temperatura (SAT). In tale campo ha contribuito alla risoluzione di problemi connessi coi SAT con messa a punto di nuove reazioni di formazione, revisione dei dati termochimici e strutturali dei sistemi connessi, ottimizzazione dei processi di sinterizzazione e ricottura e studio dell'attività dell'ossigeno; dal 1989 è coordinatore di uno dei più attivi gruppi di ricerca italiani del settore Si è occupato le problematiche di sintesi ceramica legate alla co-presenza di elementi volatili come Mercurio e Ossigeno. E' autore di circa 200 memorie scientifiche pubblicate su riviste italiane ed estere.


Link esterni