Chi ha ucciso Miss Scarlet ? – stage presso il DCCI

L’attività è stata svolta dal 2012 al 2017 nell’ambito del Piano Lauree Scientifiche e dell’Alternanza Scuola-Lavoro, coinvolgendo ogni anno circa 100 studenti delle scuole superiori della Liguria e del Basso Piemonte. La durata di ciascuno stage è stato di una settimana, durante la quale gli studenti sono stati coinvolti in un caso di studio di chimica forense, dando loro la possibilità di affrontare alcune tematiche inerenti i diversi aspetti della chimica, quali la chimica analitica, la chimica organica, la chimica inorganica e metallurgica, la chimica fisica e la chimica industriale. Lo scopo principale è stato quello di far capire come un problema scientifico possa essere affrontato da diversi punti di vista e di come l’insieme delle informazioni deducibili da esperimenti o misure scientifiche possa portare a delle conclusioni, più che singole evidenze. L’attività proposta ha pertanto privilegiato la multidisciplinarietà e l’interdisciplinarietà, puntando sull’interesse suscitato dalla tematica dell’investigazione scientifica della scena del crimine, e sul coinvolgimento diretto dello studente in tutte le fasi del lavoro, dalla realizzazione degli esperimenti, alla discussione dei risultati, alle possibili spiegazioni e implicazioni, alla presentazione delle conclusioni e della soluzione del caso.

Lo strano caso del Prof. Promezio – stage presso il DCCI

Sulla scia dello stage “Chi ha ucciso Miss Scarlet”, e con finalità e modalità simili, dal 2018 verrà svolta un’attività per gli studenti delle scuole superiori della Liguria e del Basso Piemonte, consistente in uno stage di una settimana presso il DCCI, durante la quale gli studenti saranno coinvolti in un analogo caso di chimica forense, ma legato al Museo della Chimica e all’avvincente storia della presunta scoperta dell’elemento “mancante”.