Progetto Porto Aperto

porto_aperto

Attività laboratoriale presso il Porto Petroli di Genova, nell’ambito dell’iniziativa “Porto Aperto” rivolta alle scuole elementari e medie. Nata nel 2004 come affiancamento alle visite delle scolaresche al terminal del Porto Petroli di Genova, offre oggi un percorso triennale per la scuola secondaria di primo grado, articolato in tre incontri e con un programma didattico progettato insieme agli insegnanti di scienze ed educazione tecnica. Ogni anno partecipano all’attività circa 60 classi, con esperienze svolte direttamente al Porto Petroli in un laboratorio chimico appositamente allestito. Le attività proposte riguardano:

  • estrazione del DNA dalla frutta
  • sintesi e proprietà dei polimeri
  • acidi e basi: definizione di pH e sua misura in sostanze di uso quotidiano
  • la cromatografia: separazione dei componenti della clorofilla
  • le reazioni chimiche: reazioni di precipitazione
  • la solubilità: si scioglie o non si scioglie?
  • solidi liquidi e gas.

Per maggiori informazioni e prenotazioni, clicca qui

Chi ha ucciso Miss Scarlet?

miss_scarlet

L’attività, svolta dal 2012 al 2017 nell’ambito del Piano Lauree Scientifiche e dell’Alternanza Scuola-Lavoro, ha interessato oltre 500 studenti delle scuole superiori della Liguria e del Basso Piemonte. Gli studenti, a gruppi di 20-25, hanno svolto uno stage di una settimana presso il DCCI, nel quale sono stati coinvolti in un caso di studio di chimica forense, che ha offerto loro la possibilità di conoscere i diversi aspetti della chimica, quali la chimica analitica, la chimica organica, la chimica inorganica e metallurgica, la chimica fisica e la chimica industriale. L’attività proposta ha puntato sull’interesse suscitato dalla tematica dell’investigazione scientifica della scena del crimine, e sul coinvolgimento diretto dello studente in tutte le fasi della ricerca, dalla realizzazione degli esperimenti, alla discussione dei risultati, alle possibili spiegazioni e implicazioni, alla presentazione delle conclusioni e della soluzione del caso.

Una descrizione dettagliata dell’attività è disponile qui.

Lo strano caso del Professor Promezio

promezio

Sulla scia dello stage “Chi ha ucciso Miss Scarlet”, e con finalità e modalità simili, dal 2018 viene svolta un’attività per gli studenti delle scuole superiori della Liguria e del Basso Piemonte, consistente in uno stage di una settimana presso il DCCI, durante la quale gli studenti sono coinvolti in un analogo caso di chimica forense, ma legato al Museo di Chimica e all’avvincente storia della presunta scoperta dell’elemento “mancante”. L’attività ha ricevuto il secondo premio tra i progetti di Ateneo per l’Alternanza Scuola-Lavoro.